Principi di Magia Bianca

03/08/2017

 

 

Nell’ultimo articolo parlavamo di come la deviazione del dogma religioso e del fanatismo che separa i numerosi credi, non siano per niente una fonte di aiuto e d’incentivo alla connessione diretta con l’immanente divinità celata al nostro interno.

 

Il nostro Cuore sa che l’unico Dio a cui rispondere è il Raggio dell’Amore stesso, ma è come se fosse ostruito da veli e veli d’ignoranza spirituale e indottrinamenti di egoismo e separatività, che non gli consentono di fare quel salto qualitativo e vibrazionale che lo metterebbero in contatto con la Scintilla Divina interiore. Infatti questo è il nostro compito principale.

 

A cosa serve studiare, ricercare ed espandere la propria consapevolezza se queste attitudini non si traducono in una migliore e più intelligente capacità di Amare?

Solo quando re-impariamo ad amare veniamo trasformati, gradualmente e secondo la nostra evoluzione individuale, in veri e propri Maghi Bianchi.

 

Questo è molto importante... Dunque leggi lentamente questo nuovo capitolo e cerca di assorbire ogni concetto.

 

Tu sei già un Mago! Operi già la Magia e lo hai sempre fatto. Lo stai facendo anche adesso… Questo potrebbe sorprenderti…

Solo ciò che sorprende espande la consapevolezza. Sei un Mago perché hai iniziato a usare i tuoi poteri magici, in questa vita, già prima di nascere. Anzi, hai proprio scelto con cura e precisione “dove” e come nascere. Da quali genitori, in quale contesto e con che situazione economica, emotiva e mentale familiare.

 

 

 

Si potrebbe dire, senza nessuna riserva, che tutta la vita vissuta fino ad oggi è frutto dei tuoi Poteri Divini. La Magia è il collante di ogni evento e tu ti sei creato tutto ciò che hai vissuto.

Dio ha operato attraverso di te, sta operando in questo momento e continuerà a farlo. Quello che fa davvero la differenza è la «consapevolezza della Sua presenza» in te. Abbiamo detto che Dio, per noi abitanti di questa terra, risponde solo e unicamente all’Amore. Giusto?

 

L’Amore ha una finalità: fare in modo che tu realizzi “la più alta idea di te stesso”. In sostanza, ti spinge ad aprire le tue ali e riconoscerti come un’Aquila. Tu non hai mai aperto veramente la tua “struttura alare” perché, in mezzo ai polli, avresti potuto far del male a qualcuno. Ti hanno convinto di essere un pollo, ti hanno detto che per scoprire la tua reale essenza, avresti dovuto guardare gli altri e considerarli come “specchi di te stesso”.

Guardando gli altri hai visto tanti polli. Numerosi polli che fanno più o meno le stesse cose: mangiano, si riproducono, litigano, cercano svago e divertimento, si ammalano, muoiono, rinascono… Ti sei identificato in essi.

 

Questa famosa “legge dello specchio” ti ha convinto ancor di più della tua natura da allocco. E poi quelle volte che hai provato ad affermare di essere un’Aquila, che hai detto di non voler aver più paura dello stato, della religione, della famiglia, dei soldi, delle banche, del lavoro, della malattia, dell’amore… tutti ti hanno giudicato e condannato come un egoista, un egocentrico, un megalomane, un illuso, un fanatico, newage, un ipocrita, un utopico.

 

L’Amore opera sempre attraverso di te, ti suggerisce il “Cammino verso il Bene”. Quale Bene? Prima di tutto «il Bene che ancora non riesci a darti», poi quando finalmente diventi bravo con quello, ti ispira affinché tu comprenda come metterti al Servizio di un Bene un po’ più grande di te. Dio ti rispetta così tanto che non interviene nelle tue decisioni…

Quando tu non scegli quel Bene per te stesso, quando scegli di buttarti in un precipizio, Egli non te lo impedisce. L’Amore non ha schiavi, servi o robot. Non cerca individui che eseguano una volontà senza la “consapevolezza della libertà di Scelta”.

 

Il frutto più prezioso dell’Amore, quello che ogni secondo ti offre e che fa di te un Mago, è la «Libertà di scegliere il Bene o il non-Bene». L’arbitrarietà di scegliere fra i due…

E qui sta il punto cruciale:

Non ti si può insegnare niente, anche se dovesse essere la cosa più giusta e benefica per te, che tu non sia disposto ad accettare ed assimilare per «Libera Scelta Consapevole».

Quante ore, giorni, settimane e anni abbiamo trascorso nel tentativo di “salvare” dei nostri amici polli, familiari, partner e conoscenti, persuadendoli ad andare verso un Bene che, in realtà, non avevano ancora scelto.

L’Amore non permette che qualcuno trasgredisca la legge basilare. Solo quando si sceglie davvero qualcosa, allora lo si attrae per magnetismo… per attrazione.

Potremmo dunque affermare che, se stai leggendo queste parole, sei Tu che le hai attratte… in un certo senso “le stavi cercando”.

 

Ogni Conoscenza che ti giunge è il frutto di un innalzamento vibratorio. Questo ti fa comprendere che non è la Conoscenza che viene verso di noi, poiché essa è sempre qui-e-adesso, dall’eternità…

Siamo noi che, quando scegliamo di avere uno sguardo più profondo e vasto, quando cambia la nostra consapevolezza, finalmente ne scorgiamo una nuova parte.

 

I Grandi Mastri, gli Iniziati, i veri Conoscitori, non nascondono la Conoscenza in libri segreti, indecifrabili e inaccessibili; oppure in templi lontani e misteriosi a cui solo pochi possono arrivare.

La Conoscenza, come l’Amore, attende che tu faccia “il salto”. È qualcosa che avviene interiormente, nel tuo quotidiano, nel rapporto che hai prima di tutto con te stesso, l’uso che fai della tua mente, delle tue emozioni e delle tue parole.

Per essere pronto devi “renderti pronto”. È una questione molto pragmatica. Il desiderio di voler evolvere si deve tramutare in un comportamento audace e coraggioso a partire dalle più piccole cose.

La Vera Scuola di Magia è quella quotidiana: nelle nostre case, a lavoro, con il partner, ecc.

 

E ricorda che, quando le Aquile iniziano a spiccare il volo, perché ormai stanno imparando a scegliere di Essere ciò che davvero sono, producono un gran turbamento ai polli che rimangono.

Quando la luce è molto forte può accecare chi non c’è abituato. E chi vive “senza conoscere la Magia” considera folle chi volteggia felice nelle sue creazioni consapevoli.

Dio è Amore. L’Amore vuole che comprendi la necessità di Risvegliarti. Perché dal tuo risveglio rinasce la forza di volontà di volere e fare del Bene.

Fare del Bene, istruire, insegnare, guarire, aiutare, illuminare, portare Gioia e Conoscenza è il destino di tutti i Maghi.

 

Dio è Amore, non è una metafora… Si può comprendere solo a certi livelli di coscienza. Tanti lo ripeteranno mille volte, ma non riusciranno a “sentire” quello che stanno dicendo.

 

(Continua…)

Please reload

Copyright © 2020. Andrea Zurlini All rights reserved.

  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon